Accensione riscaldamenti, linee guida per risparmiare

Accensione riscaldamenti, linee guida per risparmiare

Assotermical’Associazione che comprende i produttori di apparecchi e componenti per impianti termici, ha redatto alcuni validi suggerimenti con semplici linee guida nell’interesse di assicurare il miglior esercizio dell’impianto, in un momento in cui i costi in bolletta per i cittadini sono guardati con sempre maggior attenzione, ma soprattutto per garantirne la piena sicurezza.

Ecco cosa consigliano gli esperti di Assotermica per ridurre i consumi e i costi in bolletta
  1. Stabilire gli orari di funzionamento della caldaia, di non accenderla in fasce orarie in cui la casa è vuota. Mai superare i 20 °C. Per ogni grado in più il consumo aumenta del 5-7% circa.
  2. Dormire a una temperatura più bassa: non è solo economico, ma salutare. Con le tapparelle abbassate si può ridurre del 50% la dispersione di calore.
  3. Limitare a 5-10 minuti il ricambio dell’aria a finestre aperte: un tempo superiore raffredda l’ambiente e rallenta il raggiungimento della temperatura stabilita.
  4. Spurgare periodicamente l’aria che si forma all’interno dei caloriferi, perché può peggiorarne le prestazioni.
  5. Non coprire o ostruire i caloriferi con mobili o tendaggi.

Una scrupolosa manutenzione inoltre garantisce un adeguato livello di comfort e assicura, negli anni, le migliori prestazioni energetiche degli impianti. Il cittadino si deve rivolgere ad un tecnico abilitato, che esegue quanto dovuto nel rispetto delle regole dell’arte e della normative vigenti. Al termine delle operazioni deve rilasciare al responsabile dell’impianto un rapporto di controllo di efficienza energetica, che deve essere conservato insieme al libretto. Richiedi un preventivo!